fbpx » Cos’è? |

Category Archive :Cos’è?

INCAGLI E SOFFERENZE BANCARIE: COME RISOLVERE IL PROBLEMA?

Se in questo periodo stai facendo fatica a pagare il mutuo e pensi che presto o tardi la tua casa finirà all’asta è bene che tu conosca la differenza tra “incagli” e “sofferenze bancarie”. Conoscere la differenze ti aiuterà a capire in quale fase si trova la tua pratica presso l’ufficio di recupero crediti della banca creditrice e di conseguenza quanto tempo hai per risolvere il problema prima dell’asta.

Se la tua situazione debitoria non è ancora compromessa del tutto devi tenere a mente che esiste una soluzione per uscire da questa situazione prima di perdere la casa.

Sofferenze Bancarie :sono considerati i crediti deteriorati più a rischio per i creditori. Viene considerata la situazione più grave, poiché il debitore si trova in stato di insolvenza, cioè la possibilità che riesca a rientrare del suo debito è quasi nulla. Questa valutazione viene effettuata direttamente dalla banca, che, dopo una serie di valutazioni stabilisce che il credito è impossibile da recuperare e molto probabilmente procederà con il pignoramento della casa con conseguente messa in asta del bene.

Se ti trovi in questa fase, hai ancora una soluzione, puoi azzerare i tuoi debiti mediante un saldo e stralcio. Vendere il tuo immobile prima dell’asta e azzerare i debiti con la banca è ancora possibile, sei ancora il proprietario del tuo immobile, pertanto puoi venderlo, mediante un’operazione di saldo e stralcio con i creditori puoi uscire da questa situazione.

Incagli Bancari: vengono considerati meno rischiosi per i creditori. La situazione è diversa: anche qui il debitore fatica a pagare i suoi debiti con la banca, ma le difficoltà vengono catalogate come temporanee. La banca cataloga il debito come temporaneo e ancora recuperabile.

Un altro scenario possibile che potresti trovarti di fronte è la cessione, da parte della banca, del credito che vanta su di te. L’istituto bancario può cedere il credito ad un soggetto terzo. Le conseguenze su di te, rispetto ad una eventualità del genere, possono non essere totalmente negative. Approfondiamo con un esempio: se la Banca vanta su di te un credito di 200.000 Euro, il nuovo creditore lo acquisterà sicuramente ad un prezzo inferiore pagandolo solo 100.000 Euro. In questo caso il nuovo creditore sarà disposto a venirti incontro con una trattativa rispetto al credito ed è possibile che accetti un compromesso.

Se non riesci a pagare le rate del tuo mutuo e temi che la tua casa finisca all’asta stralcimmobiliari.it può aiutarti. Con la nostra esperienza tratteremo con i tuoi creditori per cercare di raggiungere un accordo di saldo e stralcio ed azzerare i tuoi debiti, consentendoti di ricominciare una nuova vita.

Scopri di più sui nostri servizi

SALDO E STRALCIO: VITTORIA PER TUTTE LE PARTI

Saldo e Stralcio, cos’è?
Se la tua casa è all’asta hai ancora una possibilità per gestire al meglio la tua situazione finanziaria ed uscire da questa situazione senza debiti.
Fino al giorno dell’aggiudicazione sei ancora il proprietario del tuo immobile, puoi vendere la casa prima dell’asta.
Questa operazione ti consente di eliminare totalmente il tuo debito nei confronti del creditore senza il rischio di incorrere in una situazione spiacevole, ossia, arrivare ad un prezzo di aggiudicazione inferiore a quanto dovuto al creditore. In questo caso il debito resterà a tuo carico anche dopo la vendita all’asta, di conseguenza, non avrai più il tuo immobile, ma sarai ancora indebitato.

Quali sono le parti coinvolte ?
Le figure principali che ruotano intorno all’operazione sono tre.
Esecutato/debitore: proprietario dell’immobile.
Creditore: soggetto che ha effettuato il pignoramento dell’immobile per un credito vantato nei confronti dell’Esecutato.
Acquirente: soggetto che andrà ad acquistare l’immobile mediante operazione di saldo e stralcio.
I benefici dell’operazione sono per tutte le parti.
I vantaggi per l’esecutato sono molteplici e vanno dall’azzeramento dei debiti che gravano su di lui, alla riabilitazione del merito creditizio ( secondo il Codice Deontologico vigente in materia di conservazione dei dati creditizi) alla possibilità di ottenere un contratto d’ affitto dopo la liberazione del suo immobile. E’ la figura più importante, in quanto è lui che può ancora decidere sulle soluzioni che ha a disposizione prima della data dell’asta, continuando di fatto ad essere proprietario del suo immobile fino al giorno dell’aggiudicazione.

Per i creditori il vantaggio è economico, ad esempio: l’Istituto Bancario che ha ordinato il pignoramento riesce ad ottenere un rientro economico del debito con tempistiche decisamente inferiori a quelle alle quali andrebbe incontro con una vendita in asta. Ricordiamo che, una volta aggiudicato l’immobile, il Giudice stabilisce le tempistiche del saldo prezzo, che possono arrivare anche ad un anno per saldare il debito al creditore. Nel caso della vendita prima dell’asta mediante saldo e stralcio il debito viene saldato in toto il giorno dell’atto.
L’acquirente, anch’esso, gode di un vantaggio economico, in quanto va ad acquistare un immobile ad un prezzo inferiore rispetto al valore di mercato. Inoltre, per aggiudicarsi l’immobile, non ha l’onere di dover partecipare a nessuna gara d’ acquisto, con l’incognita di poter perdere l’immobile in fase di asta.
Questa operazione diventa vincente per tutti, e risulta essere l’unica soluzione a disposizione dell’esecutato prima di perdere la sua casa.

Scopri di più sul nostro sito internet

Call Now Button
Open chat
1
Ciao, come possiamo esserti utili?